lunedì 30 giugno 2014

Le emozioni sono racchiuse nei suoni. Intervista a Emanuela Cotellessa

Emanuela Cotellessa, 28enne aquilana, racconta il suo entusiasmo per il mondo dell’audio e svela alcuni aspetti di uno dei mestieri del cinema meno conosciuti: il tecnico del suono.


Dopo la sofferta rinuncia all’amato violino a seguito di un incidente stradale avuto da adolescente, Emanuela Cotellessa ha espresso la propria passione per la musica in una forma diversa, dedicandosi all’attività di tecnico del suono. Oggi, con alle spalle gli studi presso l’Accademia dell’Immagine e il Centro Sperimentale, Emanuela ha partecipato in qualità di fonico di presa diretta, microfonista e montatore del suono a diversi film di finzione e a numerosi documentari, lavorando anche in un gran numero di cortometraggi e per la televisione. L’abbiamo incontrata a inizio ottobre, nei giorni in cui stava finendo di girare l’edizione italiana del reality Quattro matrimoni.

domenica 29 giugno 2014

Nastri d'argento 2014: sei premi per "Il capitale umano" di Paolo Virzì; Pif miglior regista esordiente per "La mafia uccide solo d'estate"; Song'e Napule migliore commedia


Si è svolta ieri sera a Taormina la cerimonia di premiazione dei Nastri d'argento, i tradizionali riconoscimenti assegnati annualmente dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI). Senza la concorrenza de La grande bellezza di Paolo Sorrentino, che aveva partecipato alla precedente edizione dei Nastri ben prima del trionfo agli Oscar, vincendo tra l'altro solo quattro premi "minori" (gli attori non protagonisti Carlo Verdone e Sabrina Ferilli, fotografia e suono in presa diretta), Il capitale umano di Paolo Virzì si è aggiudicato sei premi su otto candidature. 
Il film del regista livornese ha ottenuto i riconoscimenti per la regia, la sceneggiatura, l'attore protagonista (ex-aequo per Bentivoglio e Gifuni), la scenografia, il montaggio e il sonoro in presa diretta. Quattro invece i premi per Song'e Napule dei Manetti Bros.migliore commedia, miglior attore non protagonista (anche qui un ex-aequo: Buccirosso e Sassanelli), colonna sonora e canzone originale.

sabato 28 giugno 2014

Giuseppe Tornatore sarà il presidente della giuria del Roma Creative Contest


Giuseppe Tornatore, vincitore nel 1990 del Premio Oscar e del Golden Globe per il miglior film straniero con Nuovo Cinema Paradiso (1988), presiederà la giuria della quarta edizione del Roma Creative Contest, il concorso per cortometraggi italiani e internazionali che si svolgerà a settembre tra il Teatro Vittoria e La Pelanda, la location all’interno del MACRO di Testaccio.
Il regista siciliano di L'uomo delle stelle (1995), La leggenda del pianista sull'oceano (1998), Baarìa (2009) e La migliore offerta (2013), insieme agli altri componenti della giuria non ancora ufficializzati, attribuirà i premi messi in palio dagli sponsor tecnici del festival. Gli appuntamenti e le date sono ancora in via di definizione, ma è già ufficiale la partnership con il prestigioso Raindance Film Festival di Londra.

martedì 24 giugno 2014

Il compositore francese Alexandre Desplat presiederà la giuria del Festival di Venezia


Nella giornata di ieri è stato comunicato che Alexandre Desplat sarà il Presidente della Giuria della 71a edizione del Festival di Venezia (che si svolgerà al Lido dal 27 agosto al 6 settembre prossimi). Il celebre compositore francese di musiche per il cinema negli ultimi anni ha collaborato con alcuni dei più importanti registi del mondo ed è unanimemente considerato tra i maggiori talenti nel suo campo. Fra le altre, ha curato le colonne sonore di The Tree of Life di Terrence Malick, Zero Dark Thirty di Kathryn Bigelow, gli ultimi tre film di Wes Anderson (Fantastic Mr. Fox, Moonrise Kingdom, Grand Budapest Hotel), Carnage di Roman Polanski, Il discorso del re di Tom Hooper, Reality di Matteo Garrone e Philomena di Sthephen Frears.

martedì 10 giugno 2014

David di Donatello 2014: "Il capitale umano" di Paolo Virzì è il miglior film; la miglior regia va a Paolo Sorrentino per "La grande bellezza"


Si è da poco conclusa la cerimonia di premiazione dell'edizione 2014 dei David di Donatello. Come ampiamente preventivabile, Il capitale umano di Paolo Virzì e La grande bellezza di Paolo Sorrentino si sono spartiti la grande maggioranza dei premi. Compresi naturalmente i due principali: il riconoscimento per il miglior film è andato infatti al lungometraggio del regista livornese, mentre quello per la miglior regia all'opera del cineasta napoletano. I migliori attori protagonisti sono risultati Toni Servillo Valeria Bruni Tedeschi, i non protagonisti Fabrizio Gifuni e Valeria GolinoPierfrancesco Diliberto (in arte Pif), con il convincente La mafia uccide solo d'estate, si è portato a casa due premi (miglior regista esordiente e il David Giovani), così come Song’e Napule dei Manetti Bros. (miglior canzone originale e miglior musicista).
Qui sotto potete leggere l'elenco completo di tutti i vincitori.

Per una nuova commedia italiana. Intervista a Sydney Sibilia, il giovane regista di "Smetto quando voglio"

Probabilmente nemmeno nei suoi sogni Sydney Sibilia era arrivato ad immaginare che con il film d’esordio avrebbe riscosso un tale successo. Prodotto dalla Fandango e distribuito da 01 Distribution, Smetto quando voglio è stato visto da più di 600.000 spettatori, superando i 3 milioni e 600 mila euro di incasso.


Non solo il pubblico ma anche la critica, in maniera pressoché unanime, ha riservato all’opera prima un’accoglienza assai positiva. E meritatamente. Quello del trentaduenne regista salernitano, trasferitosi a Roma dopo aver realizzato il primo cortometraggio Iris Blu (2005) con Cristina Capotondi, è infatti uno dei debutti cinematografici più interessanti dell’anno. Anche se chi conosceva i suoi corti poteva ipotizzarne l’arrivo sul grande schermo (Oggi gira così del 2010 era un gioiellino di scrittura e tempi comici), Smetto quando voglio sorprende per la capacità di intrattenere lo spettatore con intelligenza attraverso una lunga serie di trovate esilaranti, senza mai perdere ritmo.

giovedì 5 giugno 2014

"W.C. - Wonderful Confessions": le prime due divertenti puntate e lo sketch improvvisato da cui è nato il progetto


Lo scorso 21 maggio vi avevo informato che stava per andare online una nuova spassosa webserie i cui protagonisti, nonché ideatori del progetto, erano l'attore Mirko Bruno e l'attrice e doppiatrice Monia Volpe. A 15 giorni di distanza, qui sotto vi propongo le prime due puntate di W.C. - Wonderful Confessions – divise in sketch brevi e scanzonati tutti ambientati all'interno di un piccolo bagno – e la scenetta comica improvvisata dalla quale poi si è sviluppata la webserie. La seconda puntata, online da ieri, annovera anche un ospite speciale proveniente nientedimeno che dall'affascinante mondo di una delle serie più fortunate della storia della televisione mondiale: I Simpson.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...