sabato 16 novembre 2013

Festival di Roma 2013: "Tir" di Alberto Fasulo vince il Marc'Aurelio d'oro; migliori attori Matthew McConaughey e la voce di Scarlett Johansson


Ecco la lista dei vincitori dell'ottava edizione del Festival di Roma, decretata dalla giuria presieduta dal regista statunitense James Gray:

Concorso

Marc'Aurelio d'oro per il miglior film: Tir di Alberto Fasulo (Italia/Croazia)
Premio per la migliore regiaKiyoshi Kurosawa per Seventh Code (Giappone)
Premio Speciale della Giuria: Quod Erat Demonstrandum di Andrei Gruzsnicki (Romania)
Premio per la migliore interpretazione maschileMatthew McConaughey per Dallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée (USA)
Premio per la migliore interpretazione femminileScarlett Johansson per Her di Spike Jonze (USA)
Premio a un giovane attore o attrice emergente: i giovani attori e le giovani attrici di Acrid di Kiarash Asadizadeh (Iran)
Premio per il miglior contributo tecnico: Koichi Takahashi per il montaggio di Seventh Code di Kiyoshi Kurosawa (Giappone)
Premio per la miglior sceneggiatura: Tayfun Pirselimoglu per I'm Not Him di Tayfun Pirselimoglu (Turchia/Grecia/Francia/Germania)
Menzione SpecialeBlue Sky Bones di Cui Jian (Cina)

CinemaXXI

Premio CinemaXXI per il miglior film: Nepal Forever di Aliona Polunina (Russia)
Premio Speciale della Giuria CinemaXXi: Birmingham Ornament 2 di Andrey Silvestrov e Yuri Leiderman (Russia)
Premio CinemaXXi per il miglior film breve: Der Unfertige di Jan Soldat (Germania)
Menzione speciale CinemaXXi per il miglior film breve: The Buried Alive Videos di Roee Rosen (Israele)

Prospettive Doc Italia

Premio Doc It - Prospettive Italia Doc per il miglior documentario italiano: Dal profondo di Valentina Pedicini (Italia)
Menzione speciale Premio Doc It - Prospettive Italia Doc: Fuoristrada di Elisa Amoruso (Italia)

Altri premi

Premio Taodue Camera d'oro per la migliore opera prima o secondaOut of the Furnace di Scott Cooper (USA)
Premio Taodue per il miglior produttore di un'opera prima o seconda: Jean Denise Le Dinahet e Sebastien Msika per Il sud è niente di Fabio Mollo (Italia)
Premio del PubblicoDallas Buyers Club di Jean-Marc Vallée (USA)
Premio alla carriera: Aleksey Jurevič German
Maverick Director Award: Tsui Hark

4 commenti:

  1. Miglior interpretazione femminile alla VOCE della Johannson? Ma le attrici degli altri film erano così cagne? O Roma ha solo voluto ringraziare l'attrice di aver concesso qualche foto sul tappeto rosso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'interpretazione "vocale" di Scarlett Johansson l'ho trovata straordinaria. Il premio dunque secondo me ci poteva stare, anche se guardando il palmarès può legittimamente sorgere il dubbio che si sia trattato anche di un premio di consolazione per "Her", il film più intenso e coinvolgente del Festival che avrebbe meritato di vincere il Marc'Aurelio d'oro.

      Elimina
  2. Silvia Scarpini18 novembre 2013 19:41

    Secondo me invece il premio discutibile è stato quello vincitore andato a TIR , contenta per il rumeno Gruzsnicki e per McConaughey...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, Silvia. Il film di Fasulo mi è sembrato un buono spaccato di vita di un conducente di tir: godibile, ben girato e con delle immagini anche molto suggestive, ma che al termine della proiezione lascia poco allo spettatore. Sinceramente non ho imparato nulla più di quanto già sapevo sulla vita dei conducenti di autocarri e in tutto il film non ho trovato nessun elemento che mi abbia davvero sorpreso (come invece era accaduto ad esempio in "Sacro GRA" di Gianfranco Rosi, al quale comunque, come già scrissi da Venezia, più che il Leone d'oro avrei assegnato un Gran Premio della Giuria).

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...