sabato 31 dicembre 2016

500.000 grazie ai lettori di Cinemagnolie!


Un paio di giorni fa Cinemagnolie ha superato le 500.000 pagine visualizzate. Un traguardo che mi fa particolarmente piacere, soprattutto considerando che in questo 2016 purtroppo ho avuto modo di aggiornare poco il blog e che, dal 2010, quello ancora in corso per poche ore è stato l'anno in cui sono riuscito a postare meno articoli (state leggendo il numero 48 in 365 giorni). Colgo dunque l'occasione per ringraziare con affetto tutti coloro che ancora oggi, a sei anni e mezzo dalla nascita di Cinemagnolie (il primo articolo, Invictus: Nelson Mandela visto da Clint, lo pubblicai l'11 aprile del 2010), passano da queste parti con curiosità, per vedere se c'è qualcosa di nuovo da leggere.

venerdì 30 dicembre 2016

Classifica dei migliori 30 film del 2016


Alla fine ce l'ho fatta. A un giorno dalla fine dell'anno e dopo aver ultimato alcuni recuperi fondamentali di film che non avevo avuto l'occasione di vedere, finalmente sono in grado di proporvi la mia classifica dei migliori film del 2016. Stilare questo genere di classifiche è sempre difficile (e in fondo lascia il tempo che trova), ma mai come in quest'occasione le scelte si sono rivelate particolarmente sofferte. Così, rispetto ai precedenti anni, ho introdotto una significativa novità: per questo 2016 la mia non sarà, come da tradizione, una top 20 bensì una top 30, di modo da lasciare spazio a un numero maggiore di opere uscite in sala negli ultimi dodici mesi che ho particolarmente amato e apprezzato.

lunedì 28 novembre 2016

Trainspotting 2: il trailer italiano dell'atteso film di Danny Boyle


Di ritorno dal Festival di Torino e a tre settimane e mezzo dall'ultimo post scritto per il blog che riguardava proprio Trainspotting 2, vi propongo il trailer italiano dell'attesissimo nuovo film di Danny Boyle, che arriverà in Italia a marzo (il giorno dell'uscita non è stato ancora specificato). Tutte le informazioni per ora a disposizione sul seguito di Trainspotting le trovate nei precedenti due articoli pubblicati su Cinemagnolie: qui e qui
Per quanto doppiato non abbia la stessa straordinaria forza dell'originale, vale comunque la pena guardare anche la versione italiana del trailer, soprattutto per cogliere alcune battute e dialoghi che potrebbero essere sfuggiti a una prima visione in lingua inglese.

giovedì 3 novembre 2016

Trainspotting 2: guarda il nuovo trailer del film!


Poco più di tre mesi fa vi avevo mostrato il primo teaser e ora, da stamattina, è finalmente online il pirotecnico e frenetico trailer dell'attesissimo T2 Trainspotting, seguito di Trainspotting che vedrà di nuovo insieme dopo ben vent'anni Mark Renton (Ewan McGregor), Begbie (Robert Carlyle), Spud (Ewen Bremner) e Sick Boy (Jonny Lee Miller). Questa volta uniti nel coinvolgimento nel mondo del porno.

"Punto di non ritorno - Before the Flood": guarda gratuitamente online il documentario con Leonardo DiCaprio sugli effetti del riscaldamento globale


Il 30 ottobre scorso, pochi giorni fa, è andato in onda sul canale del National Geographic (Sky) Punto di non ritorno - Before the Flood, l'interessante e ben costruito documentario fortemente voluto da Leonardo DiCaprio incentrato sugli effetti del riscaldamento globale sulla Terra, nonché sulle possibilità che l'umanità ancora ha di salvare il mondo "prima dell'alluvione" (Before the Flood appunto, come recita il titolo originale del film). 
Nel corso di due anni il premio Oscar per Revenant - Redivivo, nominato nel 2014 Ambasciatore di Pace delle Nazioni Unite contro i cambiamenti climatici, ha viaggiato per il mondo alla scoperta del drammatico impatto sul nostro pianeta del global warming.

mercoledì 2 novembre 2016

Il passato non è una terra straniera. Intervista a Gianclaudio Cappai, il regista di "Senza lasciare traccia"

In un torrido pomeriggio romano, Gianclaudio Cappai ci ha parlato di Senza lasciare traccia, il suo interessante esordio dietro la macchina da presa uscito nei cinema a metà aprile.


Dopo un cortometraggio vincitore al Festival di Torino del concorso dedicato al cinema breve (Purché lo senta sepolto, 2006) e un'opera di finzione di trenta minuti presentata nella sezione “Corto Cortissimo” della 66a edizione del Festival di Venezia (So che c'è un uomo, 2009), Gianclaudio Cappai lavorava da qualche anno alla realizzazione del suo primo lungometraggio. Senza lasciare traccia conferma il talento per la messa in scena del quarantenne regista sardo e si avvale di un cast affiatato e di ottimo livello composto da Michele Riondino, Valentina Cervi, Vitaliano Trevisan, Elena Radonicich e Fabrizio Ferracane.

venerdì 7 ottobre 2016

"The Numbers": il nuovo perfomance video dei Radiohead diretto da Paul Thomas Anderson


Sono passate solo tre settimane dalla diffusione online del performance video di Present Tense ed ecco arrivarne a stretto giro un altro: The Numbers, brano anche questo tratto dal recente album dei Radiohead A Moon Shaped Pool. La collaborazione tra Paul Thomas Anderson e i Radiohead si fa ormai sempre più stretta e, a questo punto, non ci stupiremmo se il gruppo britannico partecipasse attivamente e nella sua interezza (non più solo Jonny Greenwood) alla composizione della colonna sonora del nuovo film a cui Anderson sta lavorando, che sarà ambientato nel mondo della moda londinese degli anni Cinquanta.

giovedì 29 settembre 2016

"20th Century Women" di Mike Mills: il primo trailer del nuovo film del regista di "Beginners"


Il suo ultimo film era stato una delle più grandi sorprese del 2011: il gioiello Beginners, presentato in anteprima mondiale al Festival di Toronto del 2010 e uscito al cinema in giro per il mondo l'anno successivo (in Italia purtroppo direttamente nel mercato home video), ancora oggi è da considerarsi tra le più originali, inventive e toccanti storie d'amore cinematografiche degli anni duemila (trovate la mia recensione qui). 
A cinque anni di distanza, il talentuoso regista e sceneggiatore Mike Mills ha realizzato 20th Century Women, ambientato a Santa Barbara nel 1979, durante gli anni della presidenza di Jimmy Carter, e interpretato da Annette Bening, Elle Fanning, Greta Gerwig, Lucas Jade Zumann e Billy Crudup

sabato 17 settembre 2016

Paul Thomas Anderson e i Radiohead ancora insieme: guarda il performance video di "Present Tense"


Dopo il meraviglioso Daydreaming, continua la collaborazione tra Paul Thomas Anderson e i Radiohead. Del tutto inaspettatamente, due giorni fa sul canale Youtube del celebre gruppo britannico è stato diffuso un performance video di Present Tense, canzone tratta dall'album A Moon Shaped Pool uscito lo scorso maggio. Secondo quanto scritto sul suo account Twitter da Nigel Godrich, storico ingegnere del suono dei Radiohead, il lavoro è stato girato nel giardino della casa di Anderson

venerdì 16 settembre 2016

"Animali notturni" di Tom Ford: il primo trailer italiano dell'ottimo film con Amy Adams, Jake Gyllenhaal e Michael Shannon

 

Tra i migliori film in assoluto visti al Festival dei Venezia conclusosi la scorsa settimana, dove si è meritatamente aggiudicato il prestigioso Gran Premio della Giuria, il secondo lungometraggio dello stilista, sceneggiatore e regista statunitense Tom Ford è un'opera intensa, solida e stratificata che si svolge lungo più piani narrativi in maniera assai stimolante. Anche se nel trailer che potete ammirare qui sotto non è specificata una data di uscita, l'ufficio stampa della Universal ieri ha comunicato che Animali notturni arriverà nelle nostre sale il 17 novembre

lunedì 12 settembre 2016

Il nuovo film di Paul Thomas Anderson con Daniel Day-Lewis sarà finanziato dalla Focus Features; le riprese partiranno a inizio 2017 e la distribuzione è prevista per la fine dello stesso anno


I primi giorni di giugno, riprendendo un'esclusiva di Variety, vi avevo informato sul fatto che Paul Thomas Anderson stesse lavorando al suo nuovo film con Daniel Day-Lewis nei panni del protagonista. Qualche giorno fa, più precisamente l'8 settembre, la testata statunitense Deadline ha pubblicato per prima un articolo da cui sono emerse nuove notizie sul progetto. Il nono lungometraggio del regista losangelino sarà finanziato con un budget di 35 milioni di dollari dalla Focus Features, la divisione "indipendente" della Universal che nelle trattative per l'acquisizione dei diritti di distribuzione mondiale ha avuto la meglio sulla Fox Searchlight. Megan Ellison, già finanziatrice di The Master con la sua Annapurna Pictures, è coinvolta come produttore insieme allo stesso Anderson e JoAnne Sellar con la Ghoulardi Film Company, di proprietà del cineasta.

giovedì 25 agosto 2016

"Voyage of Time: Life's Journey": il trailer della versione estesa del documentario di Terrence Malick sulla storia dell'Universo


A inizio luglio vi avevo mostrato il trailer della versione di 40 minuti in formato IMAX di Voyage of Time, scrivendovi della decennale gestazione del progetto e di cosa esso potrebbe rappresentare nell'opera di Terrence Malick, la cui vena poetica negli ultimi anni, dopo il capolavoro del 2011 The Tree of Life, è andata purtroppo affievolendosi sensibilmente.
La scorsa settimana è apparso invece online il primo trailer di Voyage of Time: Life's Journey, la versione estesa di 90 minuti del documentario sulla storia dell'Universo, in 35 mm e narrata da Cate Blanchett anziché da Brad Pitt, che sarà presentata in anteprima mondiale al prossimo Festival di Venezia.

mercoledì 10 agosto 2016

"Arrival" di Denis Villeneuve: il primo teaser del film di fantascienza in concorso al Festival di Venezia


Nella giornata di ieri la Paramount ha diffuso sul suo canale ufficiale di Youtube il primo teaser, pensato come spot tv, di Arrival di Denis Villeneuveuno dei film più attesi tra quelli presenti in concorso alla 73a edizione del Festival di Venezia ormai alle porte (31 agosto-10 settembre) . 
Tratta dal racconto di Ted Chiang Storia della tua vita e sceneggiata da Eric Hessier, da quel poco che ci è dato sapere l'ultima fatica del prolifico e talentuoso regista canadese si incentra su una equipe di esperti chiamata a studiare un linguaggio alieno in seguito all'arrivo in vari luoghi della Terra di alcune misteriose navicelle extraterrestri.

mercoledì 27 luglio 2016

Trainspotting 2: il primo teaser del sequel del cult di Danny Boyle è finalmente online!


Per chi, come il sottoscritto, è nato a metà degli anni Ottanta e ha iniziato ad appassionarsi al cinema da giovanissimo nel decennio successivo, l'esilarante, inventivo e trascinante Trainspotting è qualcosa di più di un semplice film: è un indiscusso cult generazionale. I personaggi di Mark Renton (Ewan McGregor), Begbie (Robert Carlyle), Spud (Ewen Bremner) e Sick Boy (Jonny Lee Miller) all'epoca entrarono immediatamente nell'immaginario collettivo e ora finalmente, dopo diversi anni di annunci e ritardi, stanno per tornare tutti insieme in una nuova disavventura. Le riprese di T2: Trainspotting sono iniziate lo scorso 10 marzo e il lavoro arriverà nelle sale britanniche il 27 gennaio 2017 e negli Stati Uniti la settimana successiva, il 3 febbraio (la data di uscita italiana invece non è stata ancora resa nota).

lunedì 25 luglio 2016

"Sully" di Clint Eastwood: il trailer italiano del film con Tom Hanks


A due anni dalla perentoria, alquanto inattesa nelle proporzioni, affermazione ai botteghini dell'assai controverso ma solido e potente American Sniper (547 milioni di dollari di incassi in tutto il mondo, di cui 350 nei soli Stati Uniti), Clint Eastwood sta per tornare nei cinema di tutto il mondo con Sully, il suo ultimo lavoro dietro la macchina da presa che vedrà Tom Hanks nei panni del protagonista. Sceneggiato da Todd Komarnicki, autore in precedenza dei copioni di due film non particolarmente riusciti (Resistance, 2003, di cui curò anche la regia; Perfect Stranger, 2007), il lungometraggio racconta la storia di Chesley Sullenberger, il pilota che il 15 gennaio del 2009 effettuò lo storico ammaraggio sul fiume Hudson, salvando le vite di 155 persone tra passeggeri e membri dell'equipaggio.

mercoledì 6 luglio 2016

"Voyage of Time" di Terrence Malick: il primo trailer del documentario sulla storia dell'Universo


Giovedì scorso è stato diffuso online il primo teaser di Voyage of Time, il documentario di Terrence Malick di cui si aspetta l'uscita da anni e che affonda le radici nel progetto risalente addirittura agli anni Settanta del cineasta di realizzare un film sulle origini della vita sulla Terra, poi in parte confluito nel capolavoro del 2011 The Tree of Life. L'opera in formato Imax, che si incentra sulla storia dell'Universo e si avvale della voce narrante di Brad Pitt, è finalmente completa e uscirà negli Stati Uniti il 7 ottobre in alcune sale Imax selezionate. 

venerdì 24 giugno 2016

Carlo Lucarelli ritorna in tv con "Profondo nero" su Crime + Investigation


A un anno esatto dalla messa in onda della prima stagione, seguita da circa 1 milione e 200 mila spettatori (211 mila gli spettatori medi a puntata), dal 14 giugno su Crime + Investigation è tornato Profondo nero di Carlo Lucarelli, la miniserie dedicata all'analisi di alcuni dei più controversi casi di cronaca nera della storia italiana del secondo dopoguerra
Lo scrittore, conduttore e sceneggiatore bolognese, noto in ambito televisivo soprattutto per il programma Rai di successo Blu notte, ha deciso quest'anno di approfondire un ristretto numero di eventi ritenuti fondamentali ai fini della percezione collettiva di una serie di cambiamenti sociali avvenuti nel nostro paese.

giovedì 23 giugno 2016

Da "Il petroliere" a "Junun": due saggi video di Cameron Beyl raccontano la seconda parte della carriera di Paul Thomas Anderson


Ad inizio marzo vi avevo proposto un articolo contenente tre saggi video molto interessanti sulla prima parte della carriera di Paul Thomas Anderson, dai primi cortometraggi a Ubriaco d'amore. Tra aprile e maggio, il regista e sceneggiatore statunitense Cameron Beyl ha completato la propria opera e ha diffuso sul suo sito The Director Series altri due video che analizzano la filmografia del cineasta losangelino. Questa volta si va da Il petroliere al documentario Junun, passando per The Master, Vizio di forma e anche quattro videoclip (Hot Knife di Fiona Apple, Sapokanikan e Divers di Joanna Newsom, Daydreaming dei Radiohead).

venerdì 3 giugno 2016

Paul Thomas Anderson sta scrivendo lo script del suo nuovo film; il lungometraggio sarà ambientato nella New York degli anni cinquanta e Daniel Day-Lewis potrebbe essere il protagonista


Dopo aver girato il meraviglioso video dei Radiohead diffuso online lo scorso mese, Paul Thomas Anderson si sta concentrando sulla scrittura della sceneggiatura del suo prossimo film, ancora senza titolo ma che sarà ambientato nel mondo della moda della New York anni cinquanta. Su questo nuovo progetto del cineasta losangelino si sa ben poco e, a dir la verità, non era ancora trapelato nulla fino a diciotto ore fa, quando Variety ha pubblicato in esclusiva la notizia di un possibile coinvolgimento di Daniel Day-Lewis, presumibilmente nel ruolo del personaggio principale. 

martedì 31 maggio 2016

Camorriste: i racconti delle donne di Gomorra in onda su Crime+Investigation


Dopo il grande successo nelle ultime settimane dell'attesa seconda stagione di Gomorra (il quinto e sesto episodio trasmessi martedì scorso sono stati visti da un milione e centomila spettatori), sui canali della piattaforma Sky è arrivata una nuova serie molto interessante dedicata al mondo della camorra. In questo caso però non si tratta di un racconto di finzione, per quanto ispirato al celebre romanzo del 2006 di Roberto Saviano, ma della storia vera di alcune donne che hanno avuto un ruolo di primo piano nell'organizzazione mafiosa e che hanno deciso di svelare davanti alle telecamere la loro vita passata all'interno del Clan.

lunedì 23 maggio 2016

Festival di Cannes 2016: la classifica dei migliori 15 film della 69a edizione


Alla vigilia delle premiazioni in pochi si sarebbero aspettati un'esclusione dal palmarès di Toni Erdmann, il grande favorito per la Palma d'oro della critica internazionale apparso ai miei occhi come l'unico film che avesse con evidenza una marcia in più rispetto agli altri, in termini di originalità e inventiva. 
Al di là dell'inspiegabile scelta da parte della giuria di ignorare l'opera tedesca di Maren Ade, comunque, il Festival di Cannes di quest'anno ha offerto una sezione competitiva non particolarmente esaltante ma con alcuni film ottimi (la Palma d'Oro I, Daniel Blake di Ken Loach Paterson di Jim Jarmusch), molto buoni (Graduation di Christian Mungiu e It's Only the End of the World di Xavier Dolan) o per diversi motivi interessanti anche se non completamente riusciti (Aquarius di Kleber Mendonça FilhoThe Handmaiden di Park Chan-wook, Sieranevada di Cristi PuiuJulieta di Pedro AlmodovarAmerican Honey di Andrea Arnold, Loving di Jeff Nichols).

domenica 22 maggio 2016

Tutti i premi del Festival di Cannes 2016: la Palma d'oro va a "I, Daniel Blake" di Ken Loach; "It's Only the End of the World" di Xavier Dolan vince il Gran premio della Giuria


Sono stati appena annunciati i premi della 69a edizione del Festival di Cannes. La giuria presieduta da George Miller ha assegnato la Palma d'oro a I, Daniel Blake di Ken Loach, ottimo film assai simile per tema e approccio a diverse opere precedenti del regista britannico. Piuttosto incredibilmente è stata del tutto ignorata l'opera più inventiva e sorprendente del Concorso, oltre che la favorita dalla critica internazionale: Toni Erdmann della tedesca Maren Ade. Rimasto a bocca asciutta anche il malinconico e suggestivo Paterson di Jim Jarmusch, mentre Xavier Dolan si è portato a casa il Gran Premio della Giuria per It's Only the End of the World e Andrea Arnold si è aggiudicata il Premio della Giuria per American Honey.

martedì 10 maggio 2016

"Daydreaming", il nuovo video dei Radiohead diretto da Paul Thomas Anderson


Un mese fa qui su Cinemagnolie vi avevo anticipato che Paul Thomas Anderson stava lavorando in gran segreto a un video per i Radiohead, notizia confermata ufficialmente solo con la diffusione online nel pomeriggio italiano di venerdì del meraviglioso Daydreaming, secondo singolo tratto dal nuovo album della band britannica A Moon Shaped Pool
Il video che potete guardare qui sotto è di notevole bellezza e accompagna mirabilmente il tono onirico, malinconico e disilluso della canzone, una dolente ballata intimistica sull'impossibilità dei sognatori di incidere sulle cose del nostro mondo e, di conseguenza, di adattarsi davvero ad esso. Assai suggestivo e stratificato, il lavoro diretto da Paul Thomas Anderson si presta inoltre a diverse interpretazioni simboliche e metaforiche.

venerdì 6 maggio 2016

Festival di Cannes 2016: 15 trailer di alcuni dei film più attesi che vedremo sulla Croisette


Ormai manca davvero poco alla partenza per Cannes, dove tra l'11 e il 22 maggio si svolgerà la 69a edizione del festival cinematografico più importante e prestigioso del mondo. Per iniziare a entrare nel mood, oltre a dare un'occhiata al programma delle proiezioni diffuso ieri, ho cercato online i trailer disponibili tra i film in concorso e fuori concorso, più quelli italiani.
Qui sotto quindi vi propongo un'abbuffata di 15 trailer, uno dietro l'altro, tra cui troverete quelli dei nuovi film di Woody Allen, Steven SpielbergPedro Almodovar, Nicolas Winding Refn, Cristian MungiuPark Chan-wook, Paul Verhoeven e dei nostri Paolo Virzì, Stefano Mordini e Claudio Giovannesi.

martedì 26 aprile 2016

Festival di Cannes 2016: Svelati i nomi dei giurati che assegneranno la Palma d'oro


Nel tardo pomeriggio di ieri il Festival di Cannes ha ufficializzato i nomi degli otto giurati che, insieme al già annunciato Presidente George Miller, avranno il compito di decretare i vincitori tra i film in concorso della 69a edizione della kermesse ormai alle porte (11-22 maggio). 
Si tratta di cinque attori, due registi e un produttore: la folta schiera degli interpreti è composta da Kirsten DunstDonald Sutherland, Valeria Golino (che nel 2013 ha esordito dietro la macchina da presa con Miele), Mads Mikkelsen e Vanessa Paradis, la coppia di cineasti è formata da Arnaud Desplechin e László Nemes (vincitore lo scorso anno del Gran premio della giuria con l'ottimo Il figlio di Saul, nonché dell'Oscar 2016 per il miglior film straniero), mentre l'unico produttore è l'iraniana Katayoon Shahabi.

martedì 19 aprile 2016

Il cinema di genere risorge e combatte. Intervista a Gabriele Mainetti, il regista di "Lo chiamavano Jeeg Robot"

Il trentanovenne romano Gabriele Mainetti ha esordito nel lungometraggio con un film bizzarro e originale, capace di intrattenere fondendo felicemente generi e toni. E ha sorpreso un po’ tutti.


In Italia il cinema di genere e d’intrattenimento è il più delle volte sinonimo di commedie nazional-popolari che, più o meno riuscite a seconda dei casi, sono troppo spesso molto simili tra loro. In questo contesto, dopo il fortunato caso del 2014 di Smetto quando voglio (qui trovate la mia intervista a Sydney Sibilia per il numero 6 di Fabrique du cinéma), Lo chiamavano Jeeg Robot rappresenta un altro importante elemento di discontinuità. Al suo primo lavoro dietro la macchina da presa, infatti, Gabriele Mainetti ha realizzato un film di supereroi molto sui generis ambientato in una Tor Bella Monaca dominata dalla malavita. L’operazione è coraggiosa e risulta strettamente legata alla poetica portata avanti dal regista sin dai pluripremiati cortometraggi Basette (2006) e Tiger Boy (2012).

lunedì 18 aprile 2016

David di Donatello 2016: "Perfetti sconosciuti" di Paolo Genovese è il miglior film, la migliore regia va a Matteo Garrone; pioggia di premi per "Lo chiamavano Jeeg Robot" e "Il racconto dei racconti"


Si è appena conclusa la cerimonia di premiazione della 60a edizione dei David di Donatello, per la prima volta prodotta da Sky (e la differenza rispetto al passato si è vista ad ogni livello). La stragrande maggioranza dei premi se la sono spartita Lo chiamavano Jeeg Robot e Il racconto dei racconti - Tale of Tales, mentre a sorpresa il premio per il miglior film è andato all'ottimo Perfetti sconosciuti.
Qui sotto potete leggere l'elenco dei vincitori, in quella che è stata senza dubbio una delle migliori edizioni dei David degli ultimi anni in quanto a qualità dei film nominati.

giovedì 14 aprile 2016

Festival di Cannes 2016: il programma ufficiale della 69a edizione. Nessun film italiano in concorso.


Durante la conferenza stampa presieduta dal Presidente Pierre Lescure e dal direttore artistico Thierry Frémaux, è stato appena ufficializzato il programma della 69a edizione del festival di Cannes (11-22 maggio). La grandissima parte dei film in concorso era stata anticipata nelle scorse settimane, mentre sorprende l'assenza dell'Italia, rappresentata  invece nella sezione "Un Certain Regard" da Pericle il nero di Stefano Mordini.

mercoledì 13 aprile 2016

Paul Thomas Anderson avrebbe girato il video del nuovo singolo dei Radiohead


Secondo quanto riportato sabato da Cigarettes and Red Vines, blog molto vicino a Paul Thomas Anderson, durante la trasmissione online For Crying Out Lound della scorsa settimana la co-conduttrice Stefanie Wilder-Taylor ha rivelato che il cineasta losangelino ha da poco girato parte del nuovo video dei Radiohead nella sua residenza. A quanto pare, nelle ore successive l'inaspettato annuncio, il passaggio di otto minuti in cui si parlava della questione è stato tagliato dal montaggio del podcast ora disponibile sul web. Chi ha avuto modo di sentire la registrazione originaria, però, ha fatto sapere che la Wilder-Taylor ha in più occasioni scherzato sul fatto che probabilmente si era lasciata sfuggire qualcosa che non avrebbe dovuto rendere pubblico.

Festival di Cannes 2016: previsioni e indiscrezioni sul programma ufficiale della 69a edizione


Fra poco meno di 24 ore, alle 11 di domani mattina, si terrà l'attesa conferenza stampa in cui verrà svelato il programma della 69a edizione del Festival di Cannes, che si svolgerà dall'11 al 22 maggio prossimi. Nelle ultime settimane sono state pubblicate diverse anticipazioni e previsioni sulle testate di tutto il modo e, oltre alla presenza certa di Café Society di Woody Allen come film d'apertura fuori concorso, per ora non c'è nulla di ufficiale. Secondo quanto scritto da alcune importanti testate come Variety, The Guardian e Indiewire  il programma di quest'anno dovrebbe essere di livello molto alto.

lunedì 11 aprile 2016

Dall'11 al 14 aprile tornano i Cinema Days: tutti i film in programmazione nelle sale a 3 euro (5 euro i film in 3D)


Dopo l'ottimo successo riscontrato tra il 12 e il 15 ottobre scorsi (un milione e ottocentomila i biglietti venduti), per la gioia degli appassionati di cinema italiani da oggi a giovedì 14 aprile tornano i Cinema Days
Grazie all'iniziativa organizzata dalle associazioni dell'industria cinematografica ANEC, ANEM e ANICA e sostenuta dalla Direzione Generale Cinema del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, nei prossimi quattro giorni sarà infatti possibile vedere tutti i film in programmazione, ad ogni spettacolo, al prezzo di soli 3 euro (5 euro per i film in 3D, sono esclusi gli eventi speciali).

lunedì 4 aprile 2016

"Hitchcock/Truffaut" di Kent Jones da oggi in sala (e solo fino al 6 aprile): il trailer italiano e 12 ore di conversazione tra i due maestri da poter ascoltare


Da oggi al 6 aprile, per soli tre giorni, arriva nei nostri cinema l'assai apprezzato documentario Hitchcock/Truffaut, che porta per la prima volta sul grande schermo le conversazioni tra Alfred Hitchcock e François Truffaut avvenute a partire dal 13 agosto del 1962 nell'arco di una settimana circa e dalle quali nacque il libro-intervista tradotto in italiano con il titolo Il cinema secondo Hitchcock (ancora oggi considerato tra i più importanti e influenti volumi sul cinema mai pubblicati).

martedì 29 marzo 2016

Il nuovo film di Woody Allen "Café Society" aprirà la 69a edizione del Festival di Cannes


Come previsto da alcune testate statunitensi, tra cui anche la prestigiosa Variety che proprio di recente aveva pubblicato online un interessante articolo pieno di anticipazioni sulla prossima kermesse transalpina, ad aprire fuori concorso la 69a edizione del Festival di Cannes sarà Café Society, il quarantaseiesimo lavoro dietro la macchina da presa di Woody Allen. Il prolifico cineasta newyorchese, abituato da decenni (in realtà quasi dall'inizio della sua carriera) a scrivere e dirigere almeno un film all'anno, raggiunge in questo modo uno storico record: fra un mese e mezzo infatti diventerà il primo regista ad aver aperto per tre volte con una propria opera il  Festival di Cannes.

venerdì 25 marzo 2016

Batman v Superman: critica contro pubblico e altre riflessioni sul poco riuscito film di Zack Snyder e sul futuro dei cinecomics


Tra l'altroieri e oggi è stato distribuito praticamente in tutti paesi del mondo e sulla stragrande maggioranza dei siti di cinema del globo se ne sta inevitabilmente parlando tantissimo: da tempo infatti un notevole battage pubblicitario ha montato l'attesa per il primo storico duello cinematografico tra i due supereroi più amati di sempre e Batman v Superman: Dawn of Justice di Zack Snyder è senza dubbio l'uscita-evento del mese. Peccato però che il film di Snyder, nonostante le promesse della vigilia, non abbia nulla di epico e si perda in diversi passaggi narrativi affrettati e poco convincenti, affidandosi perlopiù a personaggi superficiali e piatti con i quali risulta praticamente impossibile immedesimarsi. Per quanto sia girato e confezionato sul piano visivo con professionalità (ci mancherebbe altro, visto il budget-monstre di 250 milioni di dollari!), il film finisce per non reggere le due ore e mezza di durata e, dopo una discreta prima ora in cui si riesce a indurre in chi guarda una certa curiosità per la rivalità tra Batman e Superman, si sfalda progressivamente a causa di un insoddisfacente sviluppo delle molteplici linee narrative e delle relazioni tra i protagonisti.

martedì 22 marzo 2016

David di Donatello 2016: 16 nomination per "Non essere cattivo" di Claudio Caligari e "Lo chiamavano Jeeg Robot" di Gabriele Mainetti


In tarda mattinata sono state ufficializzate le candidature dei David di Donatello 2016, gli Oscar del cinema italiano giunti quest'anno alla 60a edizione. I due film più nominati, con ben 16 nomination, sono stati Non essere cattivo del compianto Claudio Caligari e Lo chiamavano Jeeg Robot dell'esordiente Gabriele Mainetti. Youth - La giovinezza di Paolo Sorrentino e Il racconto dei racconti - Tale of Tales di Matteo Garrone hanno ottenuto invece rispettivamente 14 e 12 candidature, con la sorprendente, amarissima commedia di Paolo Genovese Perfetti sconosciuti che se ne è aggiudicate 9.

giovedì 17 marzo 2016

16 anni fa usciva nei cinema italiani "Magnolia", uno dei grandi capolavori del cinema americano degli anni Novanta: leggi la recensione e guarda il doppio prologo immersivo


Il 17 marzo del 2000, esattamente sedici anni fa, usciva nelle sale italiane Magnolia, a poco meno di un mese dall'Orso d'oro ottenuto al Festival di Berlino nella cerimonia del 20 febbraio. All'epoca Paul Thomas Anderson era ventinovenne e aveva due soli lungometraggi alle spalle: Sydney, una sorta di noir intimista presentato con successo nel 1996 nella sezione "Un Certain Regard" del Festival di Cannes, e il malinconico e vitale affresco sul mondo del porno losangelino Boogie Nights.
Quando nell'estate del 2000 vidi Magnolia sul grande schermo avevo quattordici anni e per la prima volta mi resi davvero conto di quali fossero le straordinarie potenzialità insite nel linguaggio cinematografico.

lunedì 14 marzo 2016

"10 Cloverfield Lane": il trailer ufficiale del secondo capitolo del franchise di "Cloverfield", in uscita il 21 aprile


Il film di Matt Reeves, che in seguito ha confermato il proprio talento dietro la macchina da presa con Blood Story (2010) e Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie (2014), era stata una delle maggiori sorprese del 2008. Teso, appassionante e interamente (nonché ottimamente) girato con camera a mano secondo le regole del "finto found footage film" divenuto celebre nel 1999 con The Blair Witch Project, raccontava la storia di alcune persone che per le strade di New York cercavano disperatamente di sopravvivere a un improvviso e indecifrabile attacco alieno. Costato 25 milioni di dollari, Cloverfield ne incassò ben 170 in tutto il mondo. 
Da anni si parlava di un possibile sequel e solo di recente si è scoperto che questo 10 Cloverfield Lane, conosciuto in fase di produzione con gli svianti titoli The Cellar e Valencia, in qualche modo lo sarebbe stato.

mercoledì 9 marzo 2016

Dai cortometraggi a "Ubriaco d'amore": la prima parte della carriera di Paul Thomas Anderson analizzata in tre saggi video molto interessanti. Guardali qui sotto!


Si tratta con ogni probabilità del cineasta più eclettico attualmente in attività nel panorama mondiale e da tempo sono convinto che negli anni a venire verrà considerato come uno dei pochi grandi maestri della nostra epoca. Chi segue questo blog, attivo ormai da quasi sei anni, d'altronde sa già della mia passione smisurata per il suo cinema: Paul Thomas Anderson, su cui cerco di informarvi non appena appaiono in giro per il web novità che lo riguardano, è infatti forse l'unico regista contemporaneo a non essersi finora mai ripetuto, spaziando con maestria da un genere all'altro e in alcuni passaggi rinnovando anche in maniera sostanziale la propria poetica.

lunedì 29 febbraio 2016

Oscar 2016: alla fine la spunta "Il caso Spotlight"; Alejandro Gonzáles Iñárritu ancora migliore regista con "Revenant - Redivivo"; migliori attori Leonardo DiCaprio, Brie Larson, Mark Rylance e Alicia Vikander; Ennio Morricone premiato per la migliore colonna sonora


In una lunga nottata seguita dal vivo (alla fine sono riuscito ad andare a dormire solo alle 9 di questa mattina) e priva di sorprese davvero significative, alla fine l'Oscar al miglior film se l'è aggiudicato quello che era il favorito già a partire da settembre, dopo la proiezione in anteprima mondiale fuori concorso al Festival di Venezia: il solido e impeccabile Il caso Spotlight, film sul giornalismo d'inchiesta d'altri tempi che omaggia un cinema degli anni Settanta (e un mondo) che ormai non c'è più. Non sarà certo ricordato come uno dei film premiati più importanti degli ultimi anni ma, visto il contesto non particolarmente esaltante di quest'anno, si è trattato comunque di un premio meritato.

lunedì 22 febbraio 2016

Berlino 66: la classifica dei migliori 10 film del Festival e il trionfo di "Fuocoammare" di Gianfranco Rosi


Dopo dieci intensi giorni passati a Berlino e culminati con il meritato trionfo di Gianfranco Rosi per il suo potente e originale documentario Fuocoammare sull'isola di Lampedusa, è arrivato il momento di stilare un breve resoconto della 66a edizione del Festival di Berlino
Quest'anno la proposta della storica kermesse tedesca non è stata particolarmente stimolante, specialmente se si prende in considerazione il Concorso. Avendo visto quasi tutti i film in corsa per l'Orso d'oro (tra quelli apprezzati e premiati, ho perso il film-fiume di 8 ore A Lullaby to the Sorrowful Mystery di Lav Diaz, il cinese Crosscurrent di Yang Chao e il polacco United States of Love di Tomasz Wasilewski), posso dire che a parte Fuocoammare di Rosi, La comune di Thomas Vinterberg e 24 Weeks di Anne Zohra Berrached nulla mi ha veramente colpito a fondo.

venerdì 5 febbraio 2016

"Star Wars: Il risveglio della forza" è il primo film nella storia del cinema a sfondare quota 900 milioni di dollari negli USA


Il traguardo era scontato e si sapeva ormai da tempo che presto o tardi sarebbe stato raggiunto. Ora, però, possiamo finalmente dirlo: con gli incassi di oggi, dopo 50 giorni precisi di programmazione, Star Wars: Il risveglio della forza supererà i 900 milioni di dollari al botteghino statunitense, un risultato mai raggiunto da nessun film prima d'ora (naturalmente, non considerando i dati aggiustati all'inflazione di grandi successi cinematografici del passato). 
Per quanto la sua corsa nelle ultime due settimane sia senza dubbio rallentata, tanto negli Stati Uniti quanto su scala internazionale, a più di un mese e mezzo dal lancio pressoché globale il film di J.J. Abrams continua ad essere ancora uno dei film più visti nei cinema di tutto il mondo. Certo, data la situazione attuale, sarà impossibile raggiungere il miliardo di dollari negli USA o battere il record worldwide di 2,787 miliardi di dollari di Avatar.

venerdì 29 gennaio 2016

"The Audition" di Martin Scorsese: guarda il corto da 70 milioni di dollari con Leonardo DiCaprio, Robert De Niro e Brad Pitt (sottotitoli in italiano)


Dopo non essere stato proiettato all'ultimo Festival di Venezia, ufficialmente per problemi di natura tecnica, tre giorni fa è apparso online su Vimeo il cortometraggio The Audition, firmato da Martin Scorsese e interpretato da Leonardo DiCaprio, Robert De Niro, lo stesso Scorsese e Brad Pitt. Ora, a seguito della cancellazione del video su Vimeo, è possibile guardarlo su Youtube (non saprei dire ancora per quanto, affrettatevi!).
Costato la cifra monstre di 70 milioni di dollari e commissionato da una grande catena di casinò resort delle Filippine, il film è sceneggiato da Terence Winter (autore dello script di The Wolf of Wall Street) e racconta con ironia i malumori tra DiCaprio e De Niro, entrambi convocati da Scorsese a Manila per fare un provino per il ruolo da protagonista del suo nuovo progetto cinematografico.

sabato 23 gennaio 2016

Paul Thomas Anderson discute de "La grande scommessa" con il regista Adam McKay: ascolta il podcast!


Qualche giorno fa Paul Thomas Anderson ha moderato un incontro con il regista Adam McKay organizzato dalla Directors Guild of America e che si è svolto subito dopo una proiezione per i membri dell'organizzazione. La grande scommessa è senz'altro uno dei film più interessanti presenti in questi giorni nelle nostre sale e forse il più sorprendente, per come riesce a rendere accessibile al grande pubblico (e per lunghi tratti in maniera estremamente divertente) la tragedia del collasso dell'economia americana degli anni duemila. A quanto si apprende, Paul Thomas Anderson è da tempo ammiratore delle commedie di McKay e nel corso dell'incontro ha in diverse occasioni sottolineato come abbia particolarmente apprezzato il suo ultimo film.

mercoledì 20 gennaio 2016

"Alfredo Bini, ospite inatteso": una storia di cinema e amicizia. Intervista al regista e produttore Simone Isola

Il trentatreenne Simone Isola ci ha raccontato genesi e sviluppo del suo documentario passato allo scorso Festival di Venezia, che propone uno sguardo originale sul produttore che fece esordire Pasolini con Accattone, sostenendone la carriera fino a Edipo Re.


Ne ha fatta di strada Simone Isola da quando l'ho intervistato una prima volta un paio di anni fa, a pochi mesi dalla presentazione alle Giornate degli Autori del Festival di Venezia de La mia classe di Daniele Gaglianone, prodotto con la Kimerafilm. La stessa società, da lui fondata nel 2009 insieme a un gruppo di ex compagni del corso di produzione del Centro Sperimentale, ha infatti recentemente prodotto Non essere cattivo di Claudio Caligari, selezionato come titolo italiano in corsa per l’Oscar al miglior film straniero. Già nel maggio del 2013, Simone mi aveva parlato di un suo progetto legato a un documentario su Alfredo Bini, produttore poco noto al grande pubblico nonostante sia stato una figura molto importante del cinema italiano degli anni sessanta.

giovedì 14 gennaio 2016

Oscar 2016: annunciate le candidature della 88a edizione. "Revenant - Redivivo" di Alejandro Gonzáles Iñárritu ottiene 12 candidature; 10 nomination per "Mad Max Fury Road" di George Miller


Nel primo pomeriggio sono state annunciate a Los Angeles le nomination della 88esima edizione degli Oscar, la cui cerimonia si svolgerà il prossimo 28 febbraio. Il film a ottenere più candidature è stato Revenant - Redivivo di Alejandro Gonzáles Iñárritu, che a seguito dell'affermazione ai Golden Globe di lunedì si sta sempre più guadagnando, contro ogni pronostico, lo status di favorito. Riuscirà al regista messicano il clamoroso bis dopo la vittoria dello scorso anno con Birdman? Difficile dirlo in questo momento. Del resto, l'esito degli Oscar di questa edizione è senz'altro uno dei più incerti degli ultimi anni. 
In quanto a numero di nomination ottenute, dietro Revenant - Redivivo ci sono Mad Max: Fury Road di George Miller con 10 candidature (chi l'avrebbe detto fino a poco tempo fa?), Sopravvisuto - The Martian di Ridley Scott con 7, Carol di Todd Haynes, Il ponte delle spie di Steven Spielberg e Il caso Spotlight di Tom McCarthy con 6 e La grande scommessa di Adam McKay con 5. Qui sotto potete leggere l'elenco completo delle nomination, categoria per categoria.

mercoledì 13 gennaio 2016

"Ave, Cesare!" dei fratelli Coen: il secondo esilarante trailer


Lo scorso 4 dicembre, quando venne annunciato che il nuovo atteso film dei fratelli Coen avrebbe aperto il prossimo Festival di Berlino (11-21 febbraio), vi avevo proposto il primo trailer del film in italiano e in lingua originale. Ieri è stato invece diffuso online il secondo trailer di Ave, Cesare!, che in realtà più che un trailer è una sorta di esilarante teaser dedicato essenzialmente a due personaggi: l'attore dotato di ben poco talento  per utilizzare un eufemismo  interpretato da Alden Ehrenreich e il regista portato in scena da Ralph Fiennes.

lunedì 11 gennaio 2016

Golden Globe 2016: a sorpresa trionfa "Revenant - Redivivo" di Alejandro Gonzáles Iñárritu; "Sopravvissuto - The Martian" di Ridley Scott è la migliore commedia


Dopo aver perso lo scorso anno con Birdman grazie all'affermazione di Grand Budapest Hotel nella categoria miglior film commedia o musical e di Richard Linklater in quella del miglior regista (anche se poco dopo si sarebbe preso una rivincita non da poco agli Oscar), a sorpresa nella notte Alejandro Gonzáles Iñárritu per Revenant - Redivivo si è portato a casa il Golden Globe per il film drammatico e per la regia. A detta della stragrande maggioranza degli esperti di awards season, infatti, il film di gran lunga favorito era Il caso Spotlight, mentre per la regia si parlava di un Ridley Scott in prima fila (Sopravvissuto - The Martian) a giocarsela proprio con Iñárritu e Tom McCarthy (Il caso Spotlight).

martedì 5 gennaio 2016

"Star Wars: Il risveglio della forza" supera "Avatar": negli USA è il più grande incasso della storia del cinema. Riuscirà a battere il film di Cameron anche a livello mondiale?


Mentre in Italia il divertente ma in fondo superficiale e mai davvero graffiante Quo Vado? di Checco Zalone si sta affermando al botteghino con numeri senza precedenti (oltre 26 i milioni di incassi stimati in soli 4 giorni di programmazione), negli Stati Uniti a continuare inesorabile a fare la storia è Star Wars: Il risveglio della forza, che dopo aver totalizzato ben 90, 24 milioni di dollari nel suo terzo week-end di presenza nei cinema ha raggiunto la ragguardevole cifra di 742, 20 milioni. Per quanto riguarda gli incassi statunitensi il record di Avatar (760, 51 milioni) è ormai ad un passo. O meglio, se non è stato superato ieri, certamente lo sarà nella giornata di oggi (i dati sugli incassi relativi alla giornata di ieri non sono ancora disponibili). L'eventualità che il nuovo episodio del franchise ideato da George Lucas si avvicini alla cifra del miliardo di dollari negli USA è assai concreta.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...