lunedì 3 marzo 2014

Oscar 2014: a "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino il premio per il miglior film straniero; "12 anni schiavo" è il miglior film, Alfonso Cuarón il miglior regista per "Gravity"


Quella appena trascorsa è stata una notte storica per il cinema italiano: a 15 anni di distanza dalla vittoria di Roberto Benigni con La vita è bella (che si portò a casa anche il premio per il miglior attore e per la migliore colonna sonora originale), La grande bellezza di Paolo Sorrentino si è aggiudicato l'Oscar per il miglior film straniero
La cerimonia si è svolta senza sorprese, con l'annunciato split tra 12 anni schiavo di Steve McQueen (miglior film) e Gravity (la migliore regia è andata ad Alfonso Cuarón, il quale ha vinto anche un secondo Oscar per il miglior montaggio) e i premi agli attori protagonisti Matthew McConaughey (Dallas Buyers Club) e Cate Blanchett (Blue Jasmine) e agli attori non protagonisti Jared Leto (Dallas Buyers Club) e Lupita Nyong'o (12 anni schiavo).
Meno scontati i premi alla sceneggiatura. Spike Jonze ha vinto l'Oscar per la migliore sceneggiatura originale grazie al raffinato copione di Her (in uscita il 13 marzo in Italia con il titolo Lei), battendo così l'agguerrita concorrenza delle sceneggiature di American Hustle (il film di David O. Russell, pur essendo partito con il numero massimo di nomination, 10, non ha vinto neppure una statuetta), Nebraska, Blue Jasmine e Dallas Buyers Club; John Ridley ha invece ottenuto l'Oscar per la migliore sceneggiatura non originale con 12 anni schiavo avendo la meglio su Steve Coogan e Jeff Pope (Philomena) e Terence Winter (The Wolf of Wall Street). Il film a vincere il maggior numero di statuette è stato Gravity, che oltre al prestigioso Oscar per il miglior regista, si è aggiudicato altri 6 premi: fotografia, montaggio, colonna sonora originale, effetti speciali, montaggio audio e missaggio sonoro.
Qui sotto potete leggere l'elenco completo dei vincitori degli Oscar 2014.

Miglior film:

Brad Pitt, Dede Gardner, Jeremy Kleiner, Steve McQueen e Anthony Katagas (produttori) per 12 anni schiavo di Steve McQueen

Miglior regista:

Alfonso Cuarón per Gravity

Miglior attore protagonista:

Matthew McConaughey per Dallas Buyers Club

Migliore attrice protagonista:

Cate Blanchett per Blue Jasmine

Migliore attore non protagonista:

Jared Leto per  Dallas Buyers Club

Migliore attrice non protagonista:

Lupita Nyong'o per 12 anni schiavo

Miglior sceneggiatura originale:

Spike Jonze per Her

Miglior sceneggiatura non originale:

John Ridley per 12 anni schiavo

Miglior film straniero:

La grande bellezza di Paolo Sorrentino (Italia)

Miglior film d’animazione:

Frozen di Chris Buck e Jennifer Lee

Miglior fotografia:

Emmanuel Lubezki per Gravity

Miglior montaggio:

Alfonso Cuarón e Mark Sanger per Gravity

Migliore scenografia:

Catherine Martin e Beverly Dunn per Il grande Gatsby

Migliori costumi:

Catherine Martin per Il grande Gatsby

Miglior trucco e acconciature:

Adruitha Lee e Robin Mathews per Dallas Buyers Club

Miglior colonna sonora originale:

Steven Price per Gravity

Miglior canzone originale:

“Let It Go” (Robert Lopez e Kristen Anderson-Lopez per Frozen)

Migliori effetti speciali:

Tim Webber, Chris Lawrence, David Shirk e Neil Corbould per Gravity

Miglior montaggio audio:

Glenn Freemantle per Gravity

Miglior missaggio sonoro:

Skip Lievsay, Niv Adiri, Christopher Benstead e Chris Munro per Gravity

Miglior documentario:

20 Feet from Stardom di Morgan Neville, Gil Friesen e Caitrin Rogers

Miglior cortometraggio documentario:

The Lady in Number 6: Music Saved My Life di Malcolm Clarke e Nicholas Reed

Miglior cortometraggio animato:

Mr. Hublot
di Laurent Witz e Aexandre Espigares

Miglior cortometraggio:

Helium di Anders Walter e Kim Magnusson

2 commenti:

  1. Ciao Luca, abbiamo condiviso questo articolo nella pagina Facebook di NonSoloPizzaeCinema!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...