giovedì 26 luglio 2012

Presentato il programma ufficiale della 69a edizione del Festival di Venezia: in concorso Malick, De Palma, Bellocchio, Assayas, Kitano e Kim Ki-duk. A sorpresa non c'è "The Master"


Sono stati da poco annunciati, durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi a Roma in tarda mattina presso l'hotel "The Westin Excelsior" di via Veneto, i film che saranno proiettati in anteprima mondiale al prossimo Festival di Venezia (29 agosto-8 settembre). Molti i nomi confermati tra quelli presenti nelle anticipazioni di cui vi scrissi in un articolo del 15 luglio. Manca però uno dei film più attesi in assoluto, la cui presenza fino a ieri veniva dai più data per certa: The Master di Paul Thomas Anderson. L'ultima speranza di vederlo al Lido è a questo punto appesa a un filo: Alberto Barbera (il quale a fine maggio aveva definito "probabile" la partecipazione della pellicola al festival) ha infatti dichiarato ai giornalisti presenti che ai 17 lungometraggi in concorso se ne aggiungerà un diciottesimo, la cui identità sarà svelata solo nei prossimi giorni. Non resta davvero che incrociare le dita.
Tra i film in concorso c'è sicuramente molta attesa per To the Wonder, l'ultima opera di Terrence Malick con Rachel McAdams, Ben Affleck, Rachel Weisz, Javier Bardem e Olga Kurylenko. Ci sarà poi Brian De Palma con Passion, remake di Crime d'amour del compianto Alain Corneau interpretato da Noomi Rapace e ancora Rachel McAdams. Presenti anche, come d'altronde vi avevo anticipato una decina di giorni fa, le nuove pellicole di Marco Bellocchio, Olivier AssayasDaniele Ciprì, Takeshi Kitano e Kim Ki-duk. Fuori concorso, da segnalare i nomi di Susanne Bier, Robert Redford, Manoel de Oliveira, Amos Gitai, Mira Nair (il suo film aprirà il festival) e i documentari di Jonathan Demme (sul musicista italiano Enzo Avitabile), Spike Lee (sull'album Bad di Michael Jackson) e Michael Mann (sulla Libia). 
Qui sotto trovate la lista completa di tutti i film in concorso, fuori concorso e della sezione "Orizzonti":

Concorso (Venezia 69)

Après Mai (Something in the Air) di Olivier Assayas
At Any Price di Ramin Bahrani
Bella addormentata di Marco Bellocchio
La cinquième saison di Peter Brosens e Jessica Woodworth
Lemale Et Ha'Chalal (Fill The Void) di Rama Burshtein
È stato il figlio di Daniele Ciprì
Un giorno speciale di Francesca Comencini
Passion di Brian De Palma
Superstar di Xavier Giannoli
Pieta di Kim Ki-duk
Outgrage Beyond di Takeshi Kitano
Spring Breakers di Harmony Korine
To the Wonder di Terrence Malick
Sinapupunan (Thy Womb) di Brillante Mendoza
Linhas de Wellington di Valeria Sarmiento
Paradies: Glaube (Paradise: Faith) di Ulrich Seidl
Izmena (Betrayal) di Kirill Serebrennikov

Fuori Concorso e Fuori Concorso – Proiezioni Speciali

L’homme qui rit di Jean-Pierre Ameris (film di chiusura)
Anton tut ryadom (Anton’s Right Here) di Lyubov Arkus (documentario)
Den skaldede frisør (Love Is All You Need) di Susanne Bier
Cherchez Hortense di Pascal Bonitzer
Ya Man Aach (It Was Better Tomorrow) di Hinde Boujemaa (documentario)
Sur un fil… di Simon Brook
Clarisse di Liliana Cavani (documentario)
Enzo Avitabile Music Life di Jonathan Demme (documentario)
Tai Chi 0 di Stephen Fung
Sfiorando il muro di Silvia Giralucci e Luca Ricciardi (documentario)
Carmel (2009) di Amos Gitai
Lullaby to My Father di Amos Gitai
El impenetrable di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini (documentario)
Shokuzai (Penance) di Kiyoshi Kurosawa
Bad 25 di Spike Lee (documentario)
Witness: Libya di Michael Mann (documentario)
Medici con l’Africa di Carlo Mazzacurati (documentario)
The Reluctant Fundamentalist di Mira Nair (film d'apertura)
O Gebo e a Sombra di Manoel De Oliveira
The Company You Keep di Robert Redford
Shark (Bait 3D) di Kimble Rendall
Disconnect di Henry-Alex Rubin
La nave dolce di Daniele Vicari (documentario)
The Iceman di Ariel Vromen


Orizzonti

Wadjda di Haifaa Al Mansour
Khanéh Pedari (The Paternal House) di Kianoosh Ayari
Ja Tozhe Hochu (I Also Want It)
di Alexey Balabanov
Gli equilibristi
di Ivano De Matteo
L'intervallo
di Leonardo Di Costanzo
El Sheita Elli Fat (Winter of Discontent)
di Ibrahim El Batout
Tango Libre
di Frédéric Fonteyne
Menatek Ha-Maim (The Cutoff Man)
di Idan Hubel
Gaosu tamen, wo cheng baihe qu le (Fly with the Crane)
di Li Ruijun
Kapringen (A Hijacking)
di Tobias Lindholm
Leones
di Jazmin Lopez
Bellas mariposas
di Salvatore Mereu
Low Tide
di Roberto Minervini
Boxing Day
di Bernard Rose
Yema
di Djamila Sahraoui
Araf (Araf - Somewhere in Between)
di Yeşim Ustaoglu
Sennen no Yuraku (The Millennial Rapture)
di Koji Wakamatsu
San Zi Mei (Three Sisters) di Wang Bing

2 commenti:

  1. Quanto ancora dovremo attendere per The Master? Muoio di curiosità...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbera ha parlato testualmente di "prossimi giorni" rimanendo sul vago ... temo proprio però che per vederlo bisognerà aspettare l'uscita nei cinema italiani (data ancora non programmata: probabile primissimi mesi 2013 o forse, se siamo fortunati, dicembre 2012). Intanto è notizia di due giorni fa - mi sono scordato di scriverlo nell'articolo qui sopra - che "The Master" non sarà neanche al festival di Toronto, che si svolgerà dal 6 al 16 settembre. L'unica cosa certa è che il 12 ottobre uscirà negli Stati Uniti iniziando in distribuzione limitata.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...